Le Sibille
IMG_0175

Le Sibille

Tiratura di 9 esemplari di cui 7 numerati da I a VII più due prove d'artista E/A I/II E/A II/II e una prova 0/0 da destinare alla Fondazione Giorgio ed Isa de Chirico.
Edizione eseguita presso la Fonderia Bonvicini di Verona (1988 e 1991) in occasione del centenario della nascita del Maestro, e autorizzata dalla signora Isabella de Chirico alla signora Lisa Sotilis in data 27 marzo 1987. Tratta da un gesso originale del 1970.

Sulla base titolo e firma Le Sibille / G. de Chirico: marchio del centenario della nascita del Maestro Giorgio de Chirico.

Nelle sue pitture, come nelle sculture, la figura umana non compare se non sottoforma di manichino, immobile e privo di umanità, senza braccia, senza bocca, senza occhi: statue cieche come Omero, Tirsia ed Edipo, figure che derivano da una cultura in cui il non vedere era indice di saggezza e implicava una capacità di vedere oltre.
Le statue che realizza sono come delle materializzazioni dei soggetti delle pitture che, da contesti irreali e metafisici, vengono trasportati e decontestualizzati nella realtà. Una realtà che però diventa essa stessa più recitata che reale, che può esistere ed essere compresa soltanto nello spazio di una rappresentazione mentale.

Anno:

1970

Tecnica:

Scultura in bronzo lucidato e patinato

Dimensioni:

51,5 x 37 x 18 cm

Condividi: