E la barca va
IMG_8567

E la barca va

La sospensione del soggetto, quasi sempre una figura immersa in un paesaggio onirico, è data dal tema, spesso di natura mitologica, che ne esalta la natura archetipica allontanandolo dal presente stretto e riconducendolo nel tempo presente assoluto, una sorta di presente gnomico, di sentenziosa forza, che comprende passato e futuro. Così i lavori di Palumbo appaiono in una dimensione altra, al di là della fisica, una dimensione metafisica che costringe lo spettatore ad interrogarsi, in una sorta di cortocircuito cognitivo, in uno spaesamento perenne aumentato dalla, in apparenza, tranquillizzante dimensione trasognante dei colori. Perché qui sta un altro segreto del mito e in generale della retorica ad esso legata: la capacità di nascondere con la luce, cioè di occultare mostrando, di figliare restando vergine, di produrre per partogenesi nuovi significati senza che ci sia stata alcuna fecondazione, di cantare senza cantare, di esaltare senza esaltare.

La forza degli dei e degli eroi, ovvero la resistenza del mito, Angelo Crespi

Anno:

2021

Tecnica:

Olio su tela

Dimensioni:

70 x 70 cm

Condividi: