Chiara con Oskar
IMG_8036

Chiara con Oskar

C'è un profondo senso di isolamento in questa metafisica del quotidiano, interrogativa, mnemonica, felice soprattutto nelle figure solitarie e frontali.
Un po' come accade negli anni Venti, dove l'opposizione che si rifà alla linea italiana della pittura è permeata di tensione contro l'impeto avvenirista
e moderno dei futuristi.
Così si replica nel nostro minuscolo particolare: la metafisica di Gatti, il suo bizzarro classicismo, diventano eversivi, diventano insofferenza verso la contemporaneità chiassosa, la non pittura dominante.

Anno:
2022
Tecnica:

Olio su tavola

Dimensioni:

50 x 47 cm

Condividi: