Lucio Fontana

Lucio Fontana (Rosario, 19 febbraio 1899 – Comabbio, 7 settembre 1968). Fondatore del movimento spazialista. Nel 1921 in Argentina, a Rosario di Santa Fè, inizia la sua attività di scultore nella bottega del padre. A Milano nel 1928 si iscrive al 1° corso dell’Accademia di Brera. Negli anni ‘30 spaziando tra figurativo e astratto, la sua scultura, sia in terracotta che in gesso, con o senza colore, diventa più libera e personale. Partecipa alla Triennale di Milano, alla Biennale di Venezia, alla Quadriennale di Roma. Inizia l’attività di ceramista ad Albisola e, nel 1937, alla Manifattura di Sèvres. Intensa la sua attività con gli architetti più all’avanguardia. Nell’aprile del 1947 fonda il "Movimento spaziale". L’anno seguente vede l’uscita del Secondo Manifesto dello Spazialismo. Nel 1949, forando la tela supera la distinzione tradizionale tra pittura e scultura. Lo spazio cessa di essere oggetto di rappresentazione secondo le regole convenzionali della prospettiva. La superficie stessa della tela, interrompendosi in rilievi e rientranze, entra in rapporto diretto con lo spazio e la luce. Le sue tele monocrome, spesso dipinte a spruzzo, portano impresso il segno dei gesti precisi, sicuri dell’artista che, lasciati i pennelli, maneggia lame di rasoio. Nel 1950 esce il terzo manifesto spaziale. Nel 1952 applica sulle tele colore, inchiostri, pastelli, collages, lustrini, frammenti di vetro. Nel 1957 in una serie di opere in carta telata, oltre ai buchi e ai graffiti appaiono, appena accennati, i tagli ai quali arriverà compiutamente l’anno successivo.
le opere

Contattaci oggi per incontrarci e trattare l’acquisto delle nostre opere d’arte.

Clicca per contattarci
All rights reserved ® Bernabò home gallery 2020 Follow Bernabò Gallery on Artsy