Alinari Luca

Luca Alinari nasce nel 1943 a Firenze, città vicino alla quale resterà a vivere e lavorare per tutta la vita, fino alla recentissima scomparsa nel 2019.
Artista completamente autodidatta, a venticinque anni – nel 1968 – espone per la prima volta presso la Galleria Inquadrature di Firenze; ma Alinari dipingeva già dalla prima giovinezza, ed è approdato a quella mostra dopo essersi occupato di critica letteraria e redazione di riviste. Artista profondamente poliedrico, Alinari nel ’79 fonda e dirige “Signorina Rosina”, pregevole rivista d’arte, ed è figura attiva e di spicco nel mondo artistico ed intellettuale, dove offre il proprio contributo anche ad eventi e pieces di teatro d’avanguardia, con sperimentazioni spesso anticipatrici di avanguardie che avranno pieno sviluppo fra i Settanta e gli Ottanta, come la “Transavanguardia” e i “Nuovi Nuovi”. Alinari è unanimemente riconosciuto come uno fra i maggiori artisti dell’arte contemporanea, punto di contatto fra il post Pop Art degli ultimi anni Settanta e le nuove sperimentazioni neofigurative dei Novanta. Dal 1999 il suo autoritratto è esposto nella famosa collezione del Corridoio del Vasari, presso gli Uffizi di Firenze.

L’ARTE DI LUCA ALINARI
L’arte di Luca Alinari muove i propri passi a partire da precisi riferimenti di stile, con un fortissimo legame alla ricerca della Pop Art e dei Neodada. Sono di questo periodo le sperimentazioni pittoriche che verranno esposte, all’inizio degli anni Settanta, nelle più importanti gallerie private di Firenze (complici gli auspici del poeta Alfonso Gatto); nelle opere giovanili c’è un continuo abbinamento fra collage, decalcomania, e trasposizioni fotografiche, con un uso intenso dei colori fluorescenti. E il gusto per la sperimentazione non ha mai abbandonato Alinari, che negli anni si è cimentato con le tecniche più varie, dall’affresco alla pittura su legno, plexiglass e stoffa colorata, fissata su tela in una raffinata ricerca di cromatismi personali. La tecnica pittorica di Alinari è originalissima, e abbina campiture trasparenti e lucidissime a pennellate concrete e materiche. A questa varietà di supporti e tecniche, che si è spinta perfino alla scultura in vetro di Murano, si abbina di contro una costante precisione nei suoi paesaggi fantastici, che rivelano un’attentissima osservazione della natura, dei suoi ritmi e colori, e delle sue manifestazioni – che siano il mutare delle stagioni o i gesti delle persone. Al di là della reazione personale all’opera, che può spaziare dall’istintivo apprezzamento ad un profondo turbamento, i dipinti di Alinari coinvolgono sempre intimamente l’osservatore, attirandone inesorabilmente l’attenzione.

LUCA ALINARI: MOSTRE E RICONOSCIMENTI PRINCIPALI
Partecipazione alla Biennale di Venezia dell’82
Partecipazione alla X e XI Quadriennale di Roma
Pittura del Cencio per il Palio di Siena nel 1990
Mostra Antologica presso il Palazzo Reale di Milano nel 1993
Esposizione del proprio autoritratto agli Uffizi di Firenze nel 1999
Personale di 45 opere a Pechino, Shanghai e Kunshan nel 2009
Realizzazione del logo dei Mondiali di Ciclismo del 2013
Gonfalone d’Argento della Regione Toscana nel 2018.

Acquistate le opere d’arte più pregevoli di Luca Alinari: molti suoi lavori sono disponibili nella nostra galleria d’arte online

le opere

Contattaci oggi per incontrarci e trattare l’acquisto delle nostre opere d’arte.

Clicca per contattarci
All rights reserved ® Bernabò home gallery 2020 Follow Bernabò Gallery on Artsy